Salviamo le botteghe artigiane: un appello per preservare la nostra storia e cultura

Giu 17, 2024News Nazionali0 commenti

Passeggiando per i centri storici delle nostre città è ormai raro trovare una bottega artigiana. Le vie centrali si stanno trasformando in ‘food court’ a cielo aperto, che offrono cibo e bevande spesso di scarsa qualità e senza legami con i territori e la nostra tradizione. Se è vero, inoltre, che il cibo rappresenta una parte fondamentale della nostra cultura e storia, non possiamo comunque permetterci che sia l’unico elemento caratterizzante dei nostri territori. I turisti rischiano di perdere il contatto con l’autenticità e l’identità dei luoghi che visitano. Il rischio più concreto e irreversibile è la perdita delle competenze artigianali che si tramandano da secoli, una tendenza già in atto a causa della carenza di manodopera specializzata.

Il primo passo per contrastare questa tendenza è incentivare gli artigiani a tornare nei centri storici. Le strade e i vicoli delle nostre città senza l’artigianato rischiano di perdere la loro anima. Immaginiamo un turista che possa incontrare un calzolaio, un orafo, un sarto, un guantaio. Non dobbiamo sottovalutare questo aspetto. È questo un appello che lanciamo a tutte le associazioni di rappresentanza e alle istituzioni locali e nazionali. Riempire i centri storici di attività artigianali significa preservarne la storia, diffondere le tradizioni e generare un impatto economico significativo sui territori.

CNA Moda Su Misura rappresenta migliaia di realtà insediate nei centri storici delle nostre città, realtà che rappresentano anche un patrimonio sociale e di servizio. Un mondo imprenditoriale questo da sempre vocato alla sostenibilità grazie alla qualità delle produzioni, alla loro durata nel tempo, alla possibilità di ripararle e al riuso. Per questo dal Mestiere della CNA che presiedo lanciamo un appello per favorire l’apertura delle botteghe artigiane, supportarle con adeguate campagne di comunicazione e integrarle nei percorsi turistici. Chiediamo anche la sburocratizzazione dei processi, incentivi economici e detassazione per le aperture delle attività nei centri storici oltre all’inserimento in un programma istituzionale che garantirebbe non solo la sopravvivenza e lo sviluppo di queste imprese, ma anche il monitoraggio necessario affinché mantengano i valori tradizionali e culturali della nostra storia. Un messaggio da lanciare ai consumatori per incentivare un consumo consapevole.

 

Aldo Toscano

presidente nazionale CNA Moda Su Misura

Questo articolo Salviamo le botteghe artigiane: un appello per preservare la nostra storia e cultura è stato pubblicato su CNA.

Altre notizie

Ultime News

CNA Piemonte: preoccupa trend negativo per l’occupazione

“Ancora una volta dobbiamo manifestare la nostra preoccupazione di fronte a dati che evidenziano un trend negativo sull’occupazione. Oltre a ciò osserviamo come i risultati del nostro Rapporto Monitor sul mismatch tra domanda e offerta di lavoro, unito a un fabbisogno...

0 commenti