A Milano gli odontotecnici fanno rete

Giu 28, 2023News Nazionali0 commenti

Innovazione e riorganizzazione dei processi produttivi: un tema chiave per gli odontotecnici che vogliono portare il proprio laboratorio nel terzo millennio. Se ne è parlato a Milano per un incontro che CNA SNO Lombardia ha organizzato insieme ad OrTec e Fondazione Ecipa. Un’occasione per ritrovarsi, confrontarsi, crescere insieme: la prima, dopo la pandemia, e la scommessa è stata vinta.

Lo sforzo organizzativo della struttura CNA SNO Lombardia, portata avanti prima di tutto dal presidente CNA SNO Odontotecnici Lombardia, Fausto Bruschi, che ha dato vita a un coordinamento con il vicepresidente CNA SNO Odontotecnici di Milano, Enrico Galli, e con il funzionario CNA SNO Odontotecnici Lombardia, Francesco Romano, ha portato a risultati che, solo pochi mesi fa, sembravano impensabili.

Si è registrato un vero e proprio boom di presenze, con relatori di alto profilo quali Nicola Palladino, Marco Cossu, Germano Rossi, Paolo Miceli, Alessio Casucci e Alessandro Ileasi; sponsor generosi ed espositori pronti a presentare le ultime novità disponibili per un settore che – come ha detto il presidente nazionale degli Odontotecnici, Francesco Amerighi, – sta affrontando moltissime difficoltà, tra cui l’alta età media dei professionisti, che spesso rende più complesso il passaggio al digitale. La formazione è centrale per far crescere le aziende, e occasioni come questa, dove è possibile tornare a fare rete, sono preziose”.

Non solo: oltre alla sala piena a Milano, l’evento ha coinvolto in teleconferenza anche Rimini, dove una tre giorni organizzata da OrTec per i protesisti ha contribuito a raggiungere le trecento presenze collegate in rete per seguire gli interventi in diretta. “Un risultato che ci rende orgogliosi, una vera scommessa vinta”, ha sottolineato Enrico Galli, che ha continuato   ringraziando il team di lavoro, “con il presidente nazionale di categoria, Francesco Amerighi, il presidente regionale Fausto Bruschi e il segretario regionale CNA SNO Francesco Romano, oltre alla direttrice di sede Milano Laura Buscarini, e tutta la segreteria organizzativa. Importante anche il sostegno del segretario di CNA Lombardia Stefano Binda, che ha sostenuto sin da subito il progetto legato al convegno, insieme al presidente milanese Matteo Reale.

Per Fausto Bruschi si è trattato di “un’occasione unica e sperimentale risultata particolarmente positiva, in un luogo accogliente, favorevole e quindi ripetibile. Una giornata di grande convivialità e condivisione delle esperienze emerse anche durante gli interventi dei relatori”. Perché condividere, fare rete e confrontarsi sono state le vere parole chiave della giornata.

Un settore, quello degli odontotecnici, che ha tutte le carte in regola per affrontare le difficoltà del momento, secondo Stefano Binda, segretario regionale CNA Lombardia: “Ho visto coraggio e tenacia in questi professionisti, e la giornata di oggi ne è una dimostrazione. Siamo in un contesto difficile, con variabili che incidono negativamente sulle imprese. Dalla situazione geopolitica ai costi dell’energia, oltre allo spaesamento post pandemico e la guerra alle porte dell’Europa: tutto invita a fare rete, per vincere insieme”.

Un invito colto in pieno, con un evento che è solo il primo di una serie. In autunno, infatti, sono previsti altri due incontri: a Firenze il 7 ottobre e a Palermo il 4 novembre.

L’iniziativa è stata organizzata nell’ambito delle attività della rete Enterprise Europe Network Italia: la più importante rete europea a supporto dell’innovazione e dell’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, co-finanziata dalla Commissione Europea, di cui CNA Lombardia è partner all’interno del Consorzio Simpler.

Questo articolo A Milano gli odontotecnici fanno rete è stato pubblicato su CNA.

Altre notizie

Ultime News

Lombardia, con il Pil crescono anche i consumi

Se il 2024 si conferma essere un anno di transizione per l’economia lombarda, per il 2025 le prospettive sono di una crescita moderata, con segni positivi in molti indicatori chiave. Le prospettive denotano una ripresa seppur non decisa, con il Pil che nel 2025...

0 commenti