Costantini nelle zone colpite dall’alluvione: “Subito risorse per ripartire”

Mag 10, 2023News Nazionali0 commenti

“Subito risorse e strumenti straordinari per cittadini e imprese colpite dall’alluvione dei giorni scorsi”. È l’appello lanciato dal presidente nazionale CNA, Dario Costantini, visitando le aziende che hanno subito danni gravissimi e portando la solidarietà e la vicinanza del sistema CNA. Ad accompagnare Costantini, il presidente di CNA Ravenna Matteo Leoni, la vicepresidente Marianna Panebarco, il direttore generale Massimo Mazzavillani, il presidente CNA Emilia-Romagna, Paolo Cavini, e il segretario CNA Emilia-Romagna Fabio Bezzi.

Costantini e la delegazione CNA hanno parlato con gli imprenditori, ascoltato il raccolto del dramma vissuto. “Si sta parlando troppo poco di questa emergenza. Coinvolgeremo anche le altre associazioni per portare al Governo i vostri racconti e le vostre richieste e solleciteremo i Ministri competenti affinché mettano in campo azioni rapide ed efficaci per aiutarvi. Serve subito un decreto-legge speciale come fatto per l’alluvione nelle Marche, con strumenti e risorse straordinarie” ha proseguito. “L’Emilia-Romagna c’è sempre stata quando il Paese ha avuto bisogno, ora è l’Emilia-Romagna ad avere bisogno, e il Paese deve rispondere”.

A tutti gli artigiani e imprenditori Costantini ha assicurato che “CNA Nazionale c’è ed è vicina a loro con tutto il suo sistema. Continueremo, a partire da me, a essere portavoce delle istanze di queste realtà colpite così duramente, verso le istituzioni nazionali e locali per dare risposte immediate”.

“CNA è al fianco delle imprese, oggi più che mai – ha continuato Costantini – ma è fondamentale la rapidità e l’efficienza degli interventi. È urgente stanziare ed erogare le risorse per ripartire”.

La visita è iniziata incontrando Massimo Isola, Sindaco di Faenza, una delle zone più duramente colpite, che ha illustrato la situazione sul territorio e individuato insieme all’Associazione le azioni necessarie da richiedere alle Istituzioni nazionali.

La delegazione si è poi spostata nell’area più colpita dall’esondazione del Lamone in città. A colpire sono stati subito i tanti oggetti personali ancora tra il fango, sulla strada, gli abiti stesi o accatastati nei giardini e soprattutto i segni, evidentissimi, del livello raggiunto dall’acqua.

Poi tappa Bagnacavallo, dove sono state visitato due imprese della zona industriale e artigianale. Qui c’è stato il tempo – sempre poco – di evacuare le imprese prima dell’arrivo dell’acqua.

Il Presidente della CNA Territoriale di Ravenna Matteo Leoni ha dichiarato: “Abbiamo bisogno di far conoscere questa situazione fuori dal nostro territorio. Di questa emergenza non sia sta parlando abbastanza – ha detto il Presidente di CNA Ravenna Matteo Leoni – e noi faremo la nostra parte per far arrivare la voce degli imprenditori al Governo. C’è grande solidarietà tra noi cittadini e imprenditori, ma non basta: serviranno interventi importanti e rapidi – sospensione dei mutui e delle scadenze fiscali e contributive – per non perdere il grande potenziale che le imprese del nostro territorio sanno esprimere”.

“Nel momento dell’emergenza abbiamo notato la grande tenacia e forza degli imprenditori – ha aggiunto il Presidente CNA Emilia-Romagna Paolo Cavini – che nonostante le enormi difficoltà del momento ci stanno accogliendo con il sorriso. Faremo del nostro meglio per dare supporto e rappresentare le loro richieste nelle sedi appropriate”.

CNA sui luoghi dell’alluvione








Questo articolo Costantini nelle zone colpite dall’alluvione: “Subito risorse per ripartire” è stato pubblicato su CNA.

Altre notizie

Ultime News

CNA al terzo summit nazionale sull’economia del mare

CNA ha partecipato al terzo summit nazionale sull’economia del mare “Blue forum” dal titolo “Investiamo nell’economia del Mare. Giornata nazionale del mare” tenuto a Gaeta. Una tre giorni di dibattiti e di specifiche sessioni utili per gli obiettivi strategici...

0 commenti